linux/hub linux/hub
cerca

#howto - Installazione di un server Mumble su Centos 7

Scritto da il
centos
bash
systemd

Mumble è una applicazione VoIP dedicata principalmente ai giocatori e distribuita su licenza libera. Viene fornito in versione server il quale viene usato per ospitare appunto un server accessibile mediante apposito client.

In questa guida vedremo come ospitare un server Mumble su Centos 7.

Configurazione del firewall

Il primo step prevede la configurazione del firewall (su Centos 7 firewalld) per permettere l'accesso sulla porta in cui sarà in ascolto il servizio murmur.

Per maggiori informazioni sull'utilizzo di firewalld, potete fare riferimento a questa guida.

Andremo ad aprire la porta 64738 sia in TCP che UDP, aggiungiamo quindi delle regole permanenti mediante l'uso del comando firewall-cmd e le flag --permanent e --add-port:

firewall-cmd --permanent --add-port=64738/tcp
firewall-cmd --permanent --add-port=64738/udp

e ricarichiamo tutte le regole:

firewall-cmd --reload

SELinux

Andremo ora a disabilitare SELinux in quanto non permette al servizio murmur di avviarsi correttamente. Apriamo quindi il file in locazione /etc/sysconfig/selinux con il nostro editor di testo preferito (in questo caso nano):

nano /etc/sysconfig/selinux

e modifichiamo la variaibile SELINUX in SELINUX=disabled.

Nel caso fosse necessario mantenere attivo SELinux, consiglio di creare una policy per prevenire che il servizio venga interrotto all'avvio.

Installazione

Portiamoci alla pagina di download ufficiale di Mumble e scarichiamo sul server il pacchetto Static Linux Server.

In seguito, portiamoci nella medesima locazione e scompattiamo l'archivio:

tar -vxjf murmur-static_x86-1.3.0.tar.bz2

Creiamo ora due cartelle, /var/log/murmur per i log e /usr/local/murmur in cui andremo a posizionare i file:

mkdir /var/log/murmur
mkdir /usr/local/murmur

spostiamo quindi i file:

mv murmur-static_x86-1.3.0/* /usr/local/murmur/

e la configurazione in /etc:

mv murmur-static_x86-1.3.0/murmur.ini /etc/murmur.ini

Creiamo ora un nuovo gruppo e utente murmur da dedicare al servizio:

groupadd -r murmur
useradd -r -g murmur -m -d /var/lib/murmur -s /sbin/nologin murmur

Così facendo l'utente non avrà alcun accesso se non al servizio stesso e alla locazione in cui verranno scritti i log:

chown murmur:murmur /var/log/murmur
chmod 0770 /var/log/murmur

Configurazione

Abbiamo precedentemente spostato il file murmur.ini in /etc/murmur.ini: questo è il file di configurazione del server. Ora dobbiamo modificarlo, e per fare ciò apriamo un editor di testo, come ad esempio nano:

nano /etc/murmur.ini

e modifichiamo i parametri:

  • pidfile
  • logfile

in pidfile andremo ad impostare la posizione in cui risiederà il PID, scriviamo /var/run/murmur/murmur.pid. In logfile inseriamo la locazione precedentemente creata per i log, ossia /var/log/murmur/murmur.log.

Ci sono altri parametri all'interno del file di configurazione: è possibile ad esempio configurare un server database diverso da SQLite come MariaDB o MySQL.

Servizio

Creiamo ora il file murmur.service in locazione /etc/systemd/system:

nano /etc/systemd/system

con contenuto:

[Unit]
Description=Mumble Server (Murmur)
Requires=network-online.target
After=network-online.target mariadb.service time-sync.target
[Service]
User=murmur
Type=forking
PIDFile=/var/run/murmur/murmur.pid
ExecStart=/usr/local/murmur/murmur.x86 -ini /etc/murmur.ini
[Install]
WantedBy=multi-user.target

questo sarà il servizio con cui systemd comunicherà col processo. Utiliziamo systemctl per abilitare il nuovo servizio all'avvio col sistema:

systemctl daemon-reload
systemctl enable murmur.service

Infine avviamo il servizio e quindi il server sempre via systemctl:

systemctl start murmur

Per maggiori informazioni, non esitate a fare domande sul nostro gruppo Telegram.

Leggi anche

Caricamento..