#howto - Installare driver NVIDIA su Silverblue

Scritto da il
silverblue
fedora
nvidia

Silverblue è una versione di Fedora di tipo “immutabile”. Punta ad essere estremamente stabile ed una piattaforma per sviluppatori e per coloro che utilizzano container. Per maggiori informazioni su questa distribuzione, leggi l’articolo dedicato.

Installazione

L’installazione non differisce troppo da Fedora, cambia l’uso del package manager che su Silverblue è rpm-ostree piuttosto che dnf, oltre che il metodo con cui andremo a configurare alcune flag del kernel.

RPMFusion

Per l’installazione useremo la repository RPMFusion che andiamo quindi ad installare:

rpm-ostree install --apply-live https://mirrors.rpmfusion.org/free/fedora/rpmfusion-free-release-$(rpm -E %fedora).noarch.rpm https://mirrors.rpmfusion.org/nonfree/fedora/rpmfusion-nonfree-release-$(rpm -E %fedora).noarch.rpm

Nell’esempio qui sopra usiamo l’opzione --apply-live per applicare subito le modifiche nel branch corrente (perchè Silverblue è basata su OSTree, un sistema simile a git, ogni modifica viene applicata con un commit sul branch attivo e questo richiede normalmente un riavvio per applicare le modifiche).

Se abbiamo precedentemente installato la repository RPMFusion specifica per la nostra versione di Silverblue, assicuriamoci di rimuoverle e installare quelle comuni per non doverle re-installare ad ogni rilascio:

rpm-ostree update \
            --uninstall rpmfusion-free-release-35-1.noarch \
            --uninstall rpmfusion-nonfree-release-35-1.noarch \
            --install rpmfusion-free-release \
            --install rpmfusion-nonfree-release 

Driver

Procediamo con l’installazione dei driver NVIDIA. Ci sono diversi altri 2 pacchetti oltre al driver in se (akmod-nvidia) e dobbiamo scegliere quelli di cui abbiamo bisogno:

  • xorg-x11-drv-nvidia-cuda per il supporto a CUDA
  • xorg-x11-drv-nvidia-power per la gestione dei profili

Nel nostro caso li installeremo tutti:

rpm-ostree install akmod-nvidia xorg-x11-drv-nvidia-cuda xorg-x11-drv-nvidia-power

Una volta installato il driver ed eventuali altri pacchetti necessari, procediamo con la configurazione dei parametri del kernel:

  • blacklist del driver open source nouveau
  • disattivazione di modeset (questo evita il tearing)
rpm-ostree kargs --append=rd.driver.blacklist=nouveau --append=modprobe.blacklist=nouveau --append=nvidia-drm.modeset=0

Quindi riavviamo semplicemente: systemctl reboot.

Wayland (GDM)

Wayland potrebbe risultare disattivato quando si usano i driver proprietari di NVIDIA, nonostante le recenti versioni lo supportano egregiamente. Per abilitarlo ci basterà modificare la configurazione di GDM e per farlo dovremo creare una copia della configurazione in /etc che è un percorso in cui possiamo scrivere (data l’immutabilità della root):

cp /usr/lib/udev/rules.d/61-gdm.rules /etc/udev/rules.d/  
nano  /etc/udev/rules.d/61-gdm.rules

e nel nuovo file cambiamo ogni occorrenza di WaylandEnable false in WaylandEnable true.

Quindi riavviamo nuovamente.

Profili

Per utilizzare i profili NVIDIA (se installato il pacchetto dedicato), ci basterà abilitare i servizi dedicati via systemctl:

systemctl enable nvidia-{suspend,resume,hibernate}
history_edu Revisioni