#howto - Utilizzo del comando usermod

Scritto da il

usermod è un comando che viene utilizzato per cambiare le informazioni di login (ma non solo) di un qualsiasi utente su Linux.

In questa guida vedremo come sfruttarlo per aggiungere un utente a un gruppo, cambiare la shell e molto altro ancora.

Utilizzo di usermod

La sintassi base di usermod è piuttosto semplice:

usermod OPZIONI UTENTE

Solamente utenti con accesso a sudo, oppure root, possono utilizzare il comando, che se eseguito correttamente non mostrerà output.

Aggiungere un utente a un gruppo

usermod, la maggior parte delle volte, viene usato per aggiungere un utente ad un gruppo secondario. Per farlo, dovremo sfruttare le opzioni -a e -G seguite dal nome del gruppo e dell’utente, come di seguito:

usermod -a -G GRUPPO UTENTE

Se si vuole aggiungere l’utente a più gruppi nello stesso momento, bisognerà specificare i gruppi dopo l’opzione -G separati da una virgola e senza spazio.

Bisogna utilizzare sempre l’opzione -a poiché, senza, l’utente sarà rimosso dai gruppi non elencati nel comando.

Cambiare il gruppo primario di un utente

Per cambiare il gruppo primario di un utente si dovrà utilizzare usermod seguito dall’opzione -g (in minuscolo, è diversa da quella precedente):

usermod -g GRUPPO UTENTE

Cambiare le informazioni di un utente

Per cambiare le informazioni di un utente, ossia una specie di commento che può essere fornito ad un profilo, bisogna utilizzare usermod seguito dall’opzione -c e dal nuovo commento e username:

usermod -c "Commento" UTENTE

Questa informazione sarà salvata nel file /etc/passwd.

Cambiare la Home di un utente

Come sa benissimo chi usa Linux, le cartelle home di un utente vengono create sotto la cartella /home e con il nome dell’account. Se, per qualche ragione, si vuole cambiare la cartella home di un utente, lo si può fare invocando usermod con l’opzione -d, il tutto seguito dal percorso assoluto della nuova cartella e dal nome dell’utente:

usermod -d CARTELLA_HOME UTENTE

In questo modo la cartella sarà cambiata, ma i contenuti della vecchia home non saranno spostati. Per fare in modo che i contenuti vengano spostati col comando, bisogna inserire l’opzione -m prima dell’utente:

usermod -d CARTELLA_HOME -m UTENTE

Cambiare la shell default di un utente

La shell di default è quella che viene eseguita dopo il login nel sistema. Solitamente è Bash, ma è possibile cambiarla con usermod e l’opzione -s, seguiti dal percorso assoluto della shell e del nome utente:

usermod -s SHELL UTENTE

Ad esempio, se vogliamo cambiare la shell in zsh, è possibile eseguire il comando in questo modo:

usermod -s /usr/bin/zsh UTENTE

Cambiare lo user UID

Lo UID è un numero univoco assegnato ad ogni utente che serve al sistema operativo per riconoscere su quale account bisogna eseguire qualche operazione, ma non solo. Per cambiarlo, è possibile usare usermod seguito da -u e dal nuovo UID dell’utente, specificato alla fine.

usermod -u UID UTENTE

Cambiare lo UID dell’utente può portare a diversi problemi se non si pone attenzione alle possibili conseguenze.

Cambiare uno username

Con usermod si può anche cambiare lo username di un utente. Per fare ciò è possibile usare l’opzione -l in questo modo:

usermod -l NUOVO_UTENTE UTENTE

Quando si cambia lo username, è preferibile cambiare anche la posizione della home con il nuovo nome.

Bloccare e sbloccare un utente

L’opzione -L (in maiuscolo) di usermod consente all’amministratore di sistema di bloccare l’accesso ad un utente:

usermod -L UTENTE

La spiegazione del blocco all’accesso è la seguente: il comando aggiungerà un ! (punto esclamativo) davanti alla password criptata nel file /etc/shadow. Quando è presente quel segno, l’utente non potrà eseguire l’accesso tramite password, con accesso tramite chiavi SSH ancora possibile, però.

Per questo motivo, è possibile utilizzare un’altra opzione, -e, che serve a impostare la “data di scadenza” dell’account. Con il parametro pari a 1, tutti gli altri metodi di login saranno disabilitati.

usermod -L -e 1 UTENTE

Per sbloccare un utente, invece, si usa l’opzione -U:

usermod -U UTENTE

Per dubbi o chiarimenti non esitate a chiedere nel nostro gruppo telegram.

history Revisioni