linux/hub linux/hub
cerca

#howto - Servire applicazioni PHP con Caddy Server su CentOS e RHEL 8

Scritto da il
centos
fedora
apache
php
rhel
bash
caddy

Caddy è un Web Server altamente estensibile e performante scritto in linguaggio Go.

Abbiamo già parlato di questo Web Server in un articolo disponibile qui, e in questa guida vediamo come servire applicazioni scritte in PHP e quindi come configurare il caddyfile (ossia la configurazione).

Installazione PHP

Avendo già trattato l'installazione di Caddy Server nel precedente articolo, proseguiamo con l'installazione di PHP.

Per prima cosa dobbiamo aggiungere le repository EPEL e Remi:

dnf install https://dl.fedoraproject.org/pub/epel/epel-release-latest-8.noarch.rpm
dnf install https://rpms.remirepo.net/enterprise/remi-release-8.rpm

in questo modo abbiamo accesso a pacchetti più recenti rispetto quelli offerti nelle repository di sistema.

Proseguiamo con l'installazione di php, php-fpm ed alcuni moduli di uso comune:

dnf install php php-fpm php-common php-mbstring php-gd php-xml php-curl php-mcrypt

Infine abilitiamo ed avviamo il servizio via systemctl:

systemctl enable php-fpm
systemctl start php-fpm

Configurazione php-fpm

Per poter usufruire di php-fpm è necessario apportare alcune modifiche, modifichiamo quindi il file in posizione /etc/php-fpm.d/www.conf:

nano /etc/php-fpm.d/www.conf

e modifichiamo i seguenti paramentri:

  • user: apache in user: caddy
  • group: apache in user: caddy

infine riavviamo il servizio:

systemctl restart php-fpm

Configurazione Caddyfile

Creiamo un nuovo caddyfile (o modifichiamo quello già esistente) in locazione /etc/caddy/Caddyfile con il nostro editor preferito (in questo caso nano):

nano /etc/caddy/Caddyfile

inserendo al suo interno il seguente contenuto:

linuxhub.it {
        root * /var/www/ilmiodominio.ex
        php_fastcgi * unix//run/php-fpm/www.sock
        encode gzip
        file_server
}

avendo cura di modificare ilmiodominio.ex con un dominio che punta al nostro server.

In questa configurazione, la riga che più ci interessa è:

php_fastcgi * unix//run/php-fpm/www.sock

questa infatti darà istruzioni al proxy passando le richieste a php-fpm quando si tratta di file con estensione .php.

Una volta fatto riavviamo il servizio caddy:

systemctl restart caddy

La configurazione è completa e ci basterà inserire un nuovo file di prova (ad es. test.php) in posizione /var/www/ilmiodominio.ex per verificarne il corretto funzionamento.

Per dubbi e chiarimenti, utilizzate il nostro gruppo Telegram.

Leggi anche

Caricamento..