linux/hub linux/hub
cerca

+ contenuti

Lo sapevi che puoi trovare tanti altri contenuti sul nostro feed Telegram?

howto - Migliorare le prestazioni dei Package Manager

Scritto da il
bash
ubuntu
fedora
archlinux

Il package manager è quell’insieme di tools che gestisce ed automatizza tutti quei processi che riguardano l’installazione, l’aggiornamento, la rimozione e la configurazione dei software all’interno di un sistema operativo, per questo motivo utilizzare qualche trucchetto per accelerare questi processi potrebbe tornare utile. In particolare in questo articolo tratteremo apt, dnf e pacman, rispettivamente i package manager di Ubuntu/Debian, Fedora e Archlinux.

NOTA: Molti dei consigli che verranno dati di seguito potrebbero non tornare utili in quei casi in cui l’hardware non è molto prestante oppure la connessione internet non è delle migliori.

Cosa andremo a fare

Per avere delle prestazioni migliori con i nostri package manager andremo a selezionare i mirror migliori, ovvero i server da cui installiamo i nostri pacchetti con una connessione più veloce e più stabile, poi andremo ad abilitare il download parallelo dei pacchetti sfruttando i thread del nostro processore.

Ubuntu

Con le nuove versioni di Ubuntu, i mirror vengono impostati in base alla propria posizione geografica quindi non dobbiamo apportare modifiche ai mirror. Per quanto riguarda l’installazione in parallelo dei pacchetti apt non ha nessuna impostazione per eseguire questo tipo di operazione in questo senzo dobbiamo quindi affidarci a software di terze parti, come aria2 e apt-fast.

Prima di tutto aggiorniamo il sistema con:

apt update && apt upgrade

Poi installiamo aria2:

apt install aria2

Ed aggiungiamo il repository per apt-fast:

add-apt-repository ppa:apt-fast/stabe

Aggiorniamo nuovamente e installiamo apt-fast con:

apt update && apt install apt-fast -y

Quando installeremo apt-fast si aprirà un popup che ce lo farà configurare, dovremo selezionare apt come package manager, nella successiva opzione che chiede Maximum number of connections: inseriamo un valore pari ai thread del nostro processore e confermiamo.

Un file di configurazione per apt-fast verra creato in /etc/apt-fast.conf, nel caso volessimo successivamente modificare manualmente qualche impostazione.

Infine profiamo ad installare qualsiasi pacchetto con:

apt-fast install <nome-pacchetto>

Fedora

Come detto prima, su Fedora troviamo dnf come package manager, quindi andremo a modificare il file dnf.conf situato in /etc/dnf/dnf.conf con il nostro editor preferito.

Al suo interno troveremo:

[main]
gpgcheck=1
installonly_limit=3
clean_requirements_on_remove=True
best=False
skip_if_unavailable=True

Aggiungiamo in fondo le righe:

deltarpm=True
fastestmirror=True
max_parallel_downloads=8

Dove deltarpm=True e fastestmirror=True vanno ad impostare i mirror più veloci mentre max_parallel_downloads=8 imposta il numero di download paralleli permessi, quel numero solitamente va impostato in base a quanti thread ha la vostra CPU ma si può benissimo aumentare (o diminuire) finché non si notano significativi aumenti di prestazioni o, addiritura, cali.

Una volta fatto ciò andiamo ad aggiornare il nostro sistema con:

dnf update

A questo punto, i cambiamenti saranno stati applicati.

Archlinux

Su Arch troviamo pacman, il cui file di configurazione si trova in /etc/pacman.conf. Apriamolo, cerchiamo la riga ParallelDownloads (se non c’è aggiungiamola noi a mano) e inseriamo un valore pari ai nostri thread per avere delle prestazioni ottimali, nel mio caso 8:

ParallelDownloads=8

Anche in questo caso comunque è possibile aumentare o diminuire il valore numerico. Per quanto riguarda i mirror, prima di tutto effettuiamo un backup della lista di mirror attuali che si trovano in /etc/pacman.d/mirrorlist, in quanto andremo a sovrascriverli con:

cp /etc/pacman.d/mirrorlist /etc/pacman.d/mirrorlist.backup

Quindi installiamo il pacchetto reflector:

pacman -S reflector

Ed eseguiamo:

reflector --sort rate --save /etc/pacman.d/mirrorlist

In questo modo faremo un benchmark dei mirror e il mirror più veloce verrà inserito all’interno del file /etc/pacman.d/mirrorlist

NOTE Questa procedura potrebbe richiedere parecchio tempo in base a quanti mirror abbiamo selezionato e alla velocità della nostra connessione

Infine eseguiamo:

pacman -Syyu

Per apportare i cambiamenti.

Per ogni dubbio, chiarimento o curiosità ci trovate al nostro gruppo Telegram.