#howto - Installare WordPress via Apache su Debian/Ubuntu e derivate

#howto
ubuntu
debian
apache

Abbiamo già impostato lo stack LAMP su Debian/Ubuntu, ora vogliamo aprire un sito web per la nostra società o semplicemente creare il nostro portfolio personale. Per questa impresa scegliamo WordPress, un CMS gratuito ed open source utilizzabile da tutti, anche dai meno esperti vista la sua semplicità.

In questa guida vediamo appunto come Installare Wordpress via server Apache.

Prerequisiti

Per poter installare correttamente WordPress sulla distro da voi utilizzata è necessario avere lo stack LAMP. Per sapere come aggiungerlo su Debian, Ubuntu e derivate, potete consultare questa guida.

Se vogliamo essere più precisi, i prerequisiti consigliati sono i seguenti:

  • Apache 2.4
  • MySQL 5.6 o MariaDB 10.0
  • PHP 7.3

Download

Per prima cosa, entrate nella cartella dove desiderate ospitare il vostro sito web realizzato con WordPress. (In questa guida si lavorerà in /var/www/wordpress/)

cd /var/www/

Fatto ciò, scarichiamo l'ultima versione di WordPress in italiano utilizzando wget:

wget https://it.wordpress.org/latest-it_IT.tar.gz

Scompattiamo il pacchetto compresso:

tar -xzvf latest-it_IT.tar.gz

Entriamo nella cartella di WordPress:

cd /var/www/wordpress/

Dando il comando ls noteremo molti file assieme ad alcune cartelle, ma procediamo con ordine.

Configurazione di Apache2

Per poter accedere in futuro al nostro sito con WordPress, abbiamo bisogno di configurare a dovere il web server che utilizziamo, in questo caso Apache2, creando un file di configurazione dedicato. Vediamo come fare.

Creiamo un nuovo file nella cartella /sites-available/ di Apache:

sudo nano /etc/apache2/sites-available/wordpress.conf

Andiamo a scrivere quanto dovuto nel file:

<VirtualHost *:80>        ServerName dominio.it        ServerAdmin email@amministratore.com        DocumentRoot /var/www/wordpress        <Directory /var/www/wordpress>            Options FollowSymLinks            AllowOverride Limit Options FileInfo            DirectoryIndex index.php            Require all granted        </Directory>        ErrorLog ${APACHE_LOG_DIR}/error.log        CustomLog ${APACHE_LOG_DIR}/access.log combined</VirtualHost>

Usciamo dall'editor di testo e creiamo un link simbolico in /sites-enabled/:

# Per Debian e Ubuntusudo ln -s /etc/apache2/sites-available/wordpress.conf /etc/apache2/sites-enabled/

Abilitiamo il nostro sito:

sudo a2ensite wordpress.conf

Disabilitiamo la pagina di default di Apache (se non avete toccato nulla):

sudo a2endissiste 000-default.conf

Riavviamo Apache:

sudo systemctl reload apache2

Apache2 è ora configurato correttamente per poter eseguire WordPress.

Configurazione del database

WordPress non ha solamente bisogno di una cartella sull'hard disk del vostro server per poter funzionare a dovere, ma anche bisogno di scrivere dei dati in un database. Vediamo come andare a creare un utente dedicato esclusivamente al database su cui andrà a lavorare il CMS.

Creazione di un utente

Eseguiamo l'accesso in MySQL o MariaDB con l'utente superuser (o root, anche se sconsigliato):

sudo mysql -u nomeutentesuperuser -p

Creiamo un nuovo utente:

CREATE USER nomeutente@localhost IDENTIFIED BY 'vostrapassword';

Creazione di un database

Dopo aver creato l'utente, andiamo a realizzare il database:

CREATE DATABASE nomedatabasewordpress;

Diamo tutti i permessi all'utente creato in precedenza per lavorare senza problemi sul database:

GRANT ALL PRIVILEGES ON nomedatabasewordpress.* TO nomeutente@localhost;

Informiamo MySQL o MariaDB dei cambiamenti e usciamo:

FLUSH PRIVILEGES;EXIT;

Congratulazioni! Avete impostato correttamente un utente e un database per WordPress.

Configurazione di wp-config.php

Manca poco all'installazione vera e propria di WordPress, ma prima abbiamo ancora bisogno di scrivere nel file di configurazione, chiamato wp-config.php.

Per prima cosa, copiamo il file d'esempio:

cp wp-config-sample.php wp-config.php

Ora, andiamo a sistemare un momento il file di configurazione appena generato. Appena entreremo con il nostro editor di testo noteremo subito dei commenti e dei parametri da modificare, ma procediamo con ordine.

Cambiamo il nome del database di WordPress in quello appena creato:

define('DB_NAME', 'nomedatabasewordpress');

Forniamo a WordPress il nome utente e la password dell'utente del database generati in precedenza.

define('DB_USER', 'nomeutente');define('DB_PASSWORD', 'password');

Ora, qui non dobbiamo più modificare nulla, spostiamoci più sotto nella sezione "Chiavi univoche di autenticazione e di salatura". Per una questione di sicurezza, è altamente raccomandato generare delle stringhe da inserire in "Mettere la vostra frase unica qui" nel valore appropriato.

Generiamo le chiavi da questo link e copiamo ed incolliamo quanto fornito da WordPress andando a sostituire i parametri già presenti. Pertanto:

define('AUTH_KEY',         'Mettere la vostra frase unica qui');define('SECURE_AUTH_KEY',  'Mettere la vostra frase unica qui');define('LOGGED_IN_KEY',    'Mettere la vostra frase unica qui');define('NONCE_KEY',        'Mettere la vostra frase unica qui');define('AUTH_SALT',        'Mettere la vostra frase unica qui');define('SECURE_AUTH_SALT', 'Mettere la vostra frase unica qui');define('LOGGED_IN_SALT',   'Mettere la vostra frase unica qui');define('NONCE_SALT',       'Mettere la vostra frase unica qui');

Si trasformerà in:

define('AUTH_KEY',         'Valore generato dal link');define('SECURE_AUTH_KEY',  'Valore generato dal link');define('LOGGED_IN_KEY',    'Valore generato dal link');define('NONCE_KEY',        'Valore generato dal link');define('AUTH_SALT',        'Valore generato dal link');define('SECURE_AUTH_SALT', 'Valore generato dal link');define('LOGGED_IN_SALT',   'Valore generato dal link');define('NONCE_SALT',       'Valore generato dal link');

Ora, usciamo dall'editor di testo e accediamo al file d'installazione di WordPress dal nostro dominio:

http://dominio.it/wp-admin/install.php

Configurazione di WordPress

Appena caricata la pagina di installazione di WordPress ci troveremo una cosa simile di fronte:

Pagina di installazione di WordPress

Inseriamo quanto richiesto (evitando di utilizzare nomi utenti come admin, amministratore, ecc e password deboli), clicchiamo il bottone Installa WordPress e... congratulazioni! Avete installato WordPress correttamente. Facciamo l'accesso con i nostri dati ed ecco a voi la dashboard.

Conclusione

Ora sta a voi imparare ad usare questo potente strumento, impostando tutto più come vi pare e piace. Per fornire più sicurezza al vostro sito web, potete consultare questa guida realizzata da me sul forum di FelineSec, gruppo facente parte del network GenteDiLinux.

Per dubbi e chiarimenti, utilizzate il nostro gruppo Telegram.

Pinterest
  • ..