#howto - Come impostare un ambiente di sviluppo C/C++ su Arch Linux

Scritto da il
arch linux

Quando installiamo Arch Linux sappiamo che nulla sarà già pronto all'uso, anche compilatore e editor andranno installati e configurati a parte, quindi ora accingiamoci ad impostare un ambiente di sviluppo, con Visual Studio Code o con un IDE.

Configuriamo il compilatore

Il compilatore, per i meno avvezzi, è quel programma che tradurrà il nostro codice C o C++ in linguaggio macchina. Abbiamo due possibilità di scelta principali, GCC (Gnu Compiler Collection), che fornisce gcc per compilare C e g++ per il C++. Poi abbiamo Clang, che ci fornisce clang per il C e clang++ per C++. Io personalmente preferisco Clang, ma ora vediamo come installare entrambi.

Installiamo GCC

Molto probabilmente avrete già installato GCC durante la configurazione, nel caso aveste installato il gruppo base-devel. In caso contrario, apriamo una finestra di terminale e diamo:

sudo pacman -S gcc

dopo, per assicurarci di averlo installato, diamo:

gcc -v

# Output
Using built-in specs.
COLLECT_GCC=gcc
COLLECT_LTO_WRAPPER=/usr/lib/gcc/x86_64-pc-linux-gnu/9.2.0/lto-wrapper
Target: x86_64-pc-linux-gnu
Configured with: /build/gcc/src/gcc/configure --prefix=/usr ...
gcc version 9.2.0 (GCC)

la versione non per forza deve combaciare, l'importante è ricevere l'output, segno che gcc è stato installato correttamente.

Installiamo Clang

Invece, per installare Clang dobbiamo installare l'omonimo pacchetto da pacman. Per farlo diamo

sudo pacman -S clang

come prima, per assicurarci di averlo installato diamo:

clang -v                                                                   

# Output
clang version 9.0.0 (tags/RELEASE_900/final)
Target: x86_64-pc-linux-gnu
Thread model: posix
InstalledDir: /usr/bin
...

Configuriamo l'editor

Ora abbiamo il compilatore, ma ci manca come scrivere il nostro codice, per questo ci serve un editor di testo: può andare bene il semplice vim o nano, o editor più complessi, come Visual Studio Code o Atom. Per ora, noi ci concentreremo su Visual Studio Code. Visual Studio Code è un editor di testo Open Source scritto da Microsoft, e su arch possiamo scaricarne due versioni, il binario ufficiale e un binario alternativo, vscodium, che sarebbe niente poco di meno che Visual Studio Code senza la telemetria.

Installiamo Visual Studio Code

Per installare Visual Studio Code usiamo il nostro aur helper di fiducia, in questo caso yay, quindi diamo

yay -S visual-studio-code-bin

Dopo averlo installato, possiamo aprirlo o dal menù delle applicazioni o digitando sul terminale code.

Configuriamo Visual Studio Code

Ora che abbiamo Visual Studio Code aperto, dobbiamo configurarlo per lo sviluppo C/C++, per questo andiamo nella scheda estensioni e qui installiamo 2 plugin e un tema ( che consiglio ):

  • vsc-material-theme

  • material-icon-theme

  • cpptools

ora dalle impostazioni scegliamo Color Theme e mettiamo quello che più ci aggrada e sempre da impostazioni scegliamo File Icon Theme e scegliamo quello installato.

Ora andiamo sempre su Impostazioni, settings e cerchiamo C_Cpp › Default: Intelli Sense Mode e dal menù a tendina scegliamo il compiler che useremo.

Scrittura e Compilazione di un primo programma

Ora torniamo alla schermata principale di Visual Studio Code, andiamo su File, Open Folder e apriamo la cartella dove creeremo il nostro progetto. Qui creiamo un nuovo file, chiamiamolo test1.c o .cpp, dipende da che linguaggio vogliamo usare e scriviamo il nostro primo programma.

VS Code CPP

Finito di scrivere, salviamo e apriamo una nuova finestra del terminale, qui navighiamo nella cartella del progetto, e compiliamo il nostro file, vediamo come fare

# Se usiamo GCC

# Per C
gcc test1.c -o test1
# Per C++
g++ test1.cpp -o test1

# Se usiamo Clang

# Per C
clang test1.c -o test1
# Per C++
clang++ test1.cpp -o test1

ora basterà dare un semplice e universal ./test1 per vedere il nostro programma eseguito.

Clang compiler

Ci sono anche dei plugin che, se configurati nel modo giusto, possono compilare al posto vostro, ma io consiglio sempre di compilare a mano o di creare un MakeFile apposito, così da essere sicuri di inserire tutte le librerie corrette.

Conclusione

Ora abbiamo un editor di testo funzionante per C e C++ e il compilatore, per chi magari vuole qualcosa di più pronto all'uso e non per forza più avanzato si può usare un IDE, un Ambiente di Sviluppo Integrato. Nel prossimo articolo parleremo di quali IDE installare e come configurare il compilatore.

Per dubbi o chiarimenti non esitate a chiedere nel nostro gruppo telegram.