Open Source e scuola: alcune riflessioni

Open Source e scuola: alcune riflessioni

Version
Download 13
Total Views 43
Stock
File Size 86.77 KB
File Type pdf
Create Date 28 settembre 2017
Last Updated 28 settembre 2017
Download

Di Mario Rotta

Che cosa si può dire ancora sull’Open Source che non sia stato già detto? Non c’è praticamente convegno o expo, ormai, dove non si dedichi una sessione specifica al problema della diffusione dell’Open Source, e basta fare una ricerca in Internet per rendersi conto che ormai, di questa modo di distribuire il software, si parla a qualsiasi livello, e che di fatto si ripetono le stesse cose: l’Open Source, ovvero la distribuzione di software la cui licenza permette l’accesso al codice sorgente, nonché l’adattamento e la modifica del medesimo, può garantire soluzioni a basso costo, se non gratuite, rispetta principi di trasparenza e sicurezza, permette a un’organizzazione di non dipendere da un unico fornitore, garantisce un’elevata ricusabilità, agevola lo sviluppo di soluzioni anche in organizzazioni o contesti in cui si dispone di un numero minimo di risorse umane e materiali. Sembra decisamente una bella opportunità, dopo anni e anni di assoluto predominio dei software cosiddetti “proprietari”, tipicamente costosi e “rigidi”, soprattutto nella Pubblica Amministrazione e nella scuola.

Informatica e cucina una strada dallo stesso ingrediente, la passione.

chat Discuti questo articolo con
help /gentedilinux