Purism: Ci sono aggiornamenti per Librem 5

In questo articolo

  1. GNOME é l'interfaccia di default per Purism
  2. Quando?

Il progetto, come ben sappiamo, ha raggiunto i fondi per la sua realizzazione ormai mesi fa. Lo sviluppo del primo Linux Phone é in corso da diversi mesi e Purism, la casa produttrice, ha rilasciato spesso articoli e dichiarazioni su quelle che sono le scelte alla base di Librem 5.

Nonostante le tante informazioni rilasciate dagli sviluppatori, sono ben altre le notizie che noi utenti vogliamo, come si dice “ció che fa panza”, qualche immagine, concept e screenshot che ci faccia capire il vero stato dello sviluppo. Eih ci siamo eccoli, Purism ha annunciato il reale design del Librem nell’utimo report ufficiale.

GNOME é l’interfaccia di default per Purism

L’intento di Purism é quello di offrire il piú vasto supporto alle distribuzioni Linux su Librem ma, principalmente, l’intento é quello di far girare la propria distribuzione “PureOS”, il nome é l’ovvio riferimento al concetto stesso che si sgorga sotto il cofano della distribuzione “un vero sistema operativo“, “a pure os”, si tratta di una distribuzione su base Debian.

PureOS utilizzerá GNOME come interfaccia di default, nonostante le indiscrezioni e la collaborazione ufficiale col team di KDE, quest’ultimo non sará predefinito ma una seconda scelta.

Il team sta lavorando su diversi concept per l’ottimizzazione delle applicazioni GTK su schermi piú piccoli e questi primi traguardi non sono per niente male.

Il nostro obiettivo è quello di migliorare l’identità visiva della linea Librem rimanendo vicino al look minimalista e umile che caratterizza la linea giá esistente

ha affermato François Téchené, direttore creativo di Purism.

La sfida principale del case design è la necessità di bilanciare estetica, ergonomia, praticità e limiti tecnici.

obbiettivi ricercati ma difficilmente raggiunti dai produttori che conosciamo oggi e che si posizionano in vetta al mercato mobile.

Per prima cosa possiamo vedere un dialer in linea col design GNOME/Adwaita, si tratta di un concept che mostra le chiare idee di minimalismo e sicurezza “Encryption” che ha adottato Purism.

Successivamente vediamo un lockscreen con PIN di sicurezza, molto simile allo standard di Android Nougat. Per quanto riguarda il launcher delle applicazioni vediamo un drawer in linea con la corrente dashboard GNOME, senza accenno al multidesktop (che potrebbe ovviamente perdere di senso in un contesto mobile).

Seguendo lo standard introdotto da Android, troviamo una statusbar nella parte superiore dello schermo, con le principali icone di stato (ora, reti, batteria) e una navbar posizionata nella parte bassa dello schermo, con delle icone variabili in base al contesto (home, back, recenti, smile, toggle ecc..).

Purism non sta lavorando “solo” all’ottimizzazione di applicativi GTK su dispositivi piú piccoli ma a diverse applicazioni nativi come: contatti, dialer, messaggi.

Ció che mi preme puntualizzare é il supporto all’infinito parco temi GTK che offre GNOME. Non c’é limite al livello di personalizzazione che questo progetto puó offrire ed é al momento il sogno di ogni pinguino. Basti vedere la possibile integrazione di una modalitá adattiva a schermi piú grandi, si tratta di una vera e propria convergenza, un sistema ibrido che ci permette di avere le stesse applicazioni desktop e mobile.

Quando?

Purism non ha rilasciato date ufficiali ma, secondo le poche informazioni rilasciate, sembra che la data di lancio del Librem 5 combaci con quella prefissata per il termine dello sviluppo dell’interfaccia GTK (Gennaio 2019).

Annuncio ufficialehttps://puri.sm/posts/librem5-progress-report-11/


info Il contenuto di questo articolo é libero alla condivisione, a patto che venga citata la fonte (linuxhub.it)


chat Discuti questo articolo con
help /gentedilinux