I migliori 15 software Open source

In questo articolo

  1. LibreOffice
  2. Visual Studio Code
  3. Vim
  4. WordPress
  5. Moodle
  6. Chromium e Firefox
  7. FileZilla
  8. Krita
  9. Notepad++
  10. Blender
  11. Bottles
  12. Aesop
  13. Envelope
  14. Planner

Il software Open source viene spesso erroneamente contrassegnato come debole e dal parco ristretto. Questo a causa dell’errato paragone col software proprietario, spesso interpretato come Microsoft. Inutile dire che stiamo cercando di mescolare sale e zucchero.

Facendo un po di chiarezza: Proprietario non sta a software Windows, come Terminale non sta a schermo nero con due scritte bianche o verdi.

Da un lato abbiamo il software che puó essere Open source (con una licenza libera a tutti) o Proprietario (ossia con codice ristretto ai soli proprietari), dall’altra abbiamo gli sviluppatori (Microsoft, la comunitá Blender, The Linux Foundation o Torvalds stesso) che creano questi software e li distribuiscono sotto licenza, appunto Open source o proprietaria.

Chiarito il concetto che Licenza != Sviluppatore, proseguiamo.

Il parco software Open source é sempre piú vasto, nettamente superiore a quello proprietario. Sempre cadendo in errore si pensa che il software proprietario (cui principale esempio ne é Microsoft Office) non tema paragoni e che, scegliendone una variante Open source, si debba scendere a compromessi. Niente di piú falso insomma.

In questo articolo andremo a vedere i principali software Open source, selezionati da linuxhub.it, conosciuti per fama e/o funzionalità e che non temono paragone con la controparte Proprietaria.

LibreOffice

LibreOffice 6 su Ubuntu

Per quanto scontato, cominceremo con LibreOffice, ossia la suite d’ufficio piú usata al mondo.

La suite é composta da 7 applicazioni per genere, ossia:

  • Write 
    per la stesura di ogni tipologia di testo
  • Calc 
    per la gestione di fogli di calcolo, schemi, grafici ..
  • Impress 
    per la creazione di presentazioni multimediali
  • Draw 
    per la produzione di qualsiasi tipologia di disegno (schizzo, piano complesso, grafici e diagrammi)
  • Base 
    per la gestione definitiva dei database (MySQL, Adabas D, MS Access e PostgreSQL)
  • Math 
    per equazioni e formule matematiche

Link: http://linuxhub.it/software/libreoffice

Visual Studio Code

Visual Studio Code su Ubuntu

Microsoft ha prodotto qualcosa di Open source? Si, ed é pure molto funzionale e performante.

Nonostante la grande perplessitá del pubblico, Microsoft ha rilasciato uno degli IDE migliori di sempre. Visual studio code offre un ambiente completo e compatto in un IDE di tutto rispetto.

Tra le principali funzionalitá troviamo:

  • IntelliSense 
    un sistema intelligente sempre in ascolto ti fornirá i suggerimenti piú appropriati durante la stesura del tuo codice
  • Command Palette 
    ok questa non é di certo una novitá ma c’é da dire che é stata integrata molto bene e fará difficilmente storcere il naso. Si tratta di un rapido menu di accesso e ricerca che racchiude tutte le funzionalitá dell’IDE stesso
  • Parametri funzione 
    anche questa non é una grande novitá ma funziona decisamente meglio dei concorrenti, stiamo parlando dei parametri delle funzioni, quando ne richiamerete una vi dirá subito quali parametri necessita, quali mancano e quali non rispecchiano la tipologia richiesta
  • Peek Information 
    capita durante lo sviluppo di dover dare una rapida occhiata ad una funzione che stiamo richiamando, grazie a questa funzionalitá possiamo accedere ad un rapido box informativo che ci mostrerá il contenuto della funzione
  • Debug 
    Microsoft la sa lunga sugli errori di programmazione, Visual Studio Code offre uno dei migliori debug system che tu abbia mai visto

Link: https://github.com/Microsoft/vscode

Vim

 Vim su Ubuntu

Per Vim non ci sono presentazioni. Quando si parla di questo software si parla di editor di testo a 360 gradi, senza limiti e compromessi.

Una volta provato, muoverai le tue dita sulla tastiera come non mai.

Link: https://www.vim.org/

WordPress

:wq
Ah no sto usando l’editor di WordPress. Scusate.
A proposito di wordpress, é il piú potente CMS per siti web al mondo […]

Cerchi l’anteprima? La stai leggendo, utilizziamo WordPress per linuxhub.it.

WordPress é il piú potente CMS per siti web al mondo. Ultra premiato, mantenuto dalla piú grande comunitá web di sempre.

WordPress non teme compromessi e rivali perché semplicemente non ne ha.

Tra le caratteristiche di maggior rilievo troviamo:

  • Completa personalizzazione con Plugin e temi
  • Immediata disponibilitá
  • Requisiti quasi assenti
  • API subito disponibili per la realizzazione di terzi software

Link: https://it.wordpress.org/

Moodle

Anteprima Moodle

Moodle è un ambiente informatico per la gestione di corsi, basato sull’ideologia costruzionista secondo la quale ogni apprendimento sarebbe facilitato dalla produzione di oggetti tangibili.

Dalla sua nascita, trova impiego nelle scuole e altri settori che vedono l’educazione e l’organizzazione come pilastri principali.

Link: https://linuxhub.it/software/moodle

Chromium e Firefox

Firefox e Chrome su ArchLinux (i3) di @gstux (gentedilinux)

Questi due sono i browser web piú usati al mondo e indovinate un po, sono Open source.

Firefox: https://www.mozilla.org/it/firefox/new/ 
Chrome: https://www.chromium.org/

FileZilla

FileZilla su Ubuntu

Parliamo del client FTP piú utilizzato al mondo.

Tra le principali funzionalità che lo contraddistinguono troviamo:

  • supporta FTP, FTP su SSL/TLS (FTPS and FTPES) e SFTP
  • sospensione e ripresa dei download/upload
  • segnalibri
  • drag & drop
  • limiti di download/upload personalizzabili
  • modifica remota dei file
  • Keepi-alive
  • ricerca remota

Link: https://filezilla-project.org/

Krita

Krita su Ubuntu

Si tratta di un programma per il disegno e la modifica delle immagini incluso di default in Calligra, la suite d’ufficio di KDE Plasma.

Progettato principalmente come applicazione per il disegno e la pittura digitale, ha ampie funzioni utili per il fotoritocco. 

Tra le migliori funzionalitá troviamo:

  • supporto alle maschere multiple per livello
  • condivisione del canale alpha tra maschere di livello
  • selettore avanzato del colore
  • blocco dei parametri
  • specchio per le funzionalitá di taglio
  • editor dei pennelli
  • blur dei pennelli

Krita nasce per il disegno ma viene spesso utilizzato per gli stessi scopi di GIMP e Photoshop.

Link: https://krita.org/

Notepad++

Notepadqq su Ubuntu

Se siete su una distribuzione Linux, BSD o su MacOS, vi risparmio la ricerca, non esiste.

Notepad++ nasce su Windows ma é ovviamente disponibile e compatibile per ReactOS e Wine.

Questo software é la perfetta rinascita del blocco note standard di Windows, con potenti funzionalitá e un parco plugin completo. Se Visual Studio Code é il perfetto IDE, Notepad++ é il miglior Code Editor di sempre.

Alternativa fedele per Linux e BSD esiste e si chiama Notepadqq.

Notepadqq: https://notepadqq.com/s/ 
Notepad++:  https://notepad-plus-plus.org

Blender

Blender su Ubuntu

Quando si parla di modellazione 3D, é impossibile non citare Blender.

Blender dispone di funzionalità per:

  • mappature UV
  • simulazioni di fluidi, di rivestimenti, di particelle, altre simulazioni non lineari
  • creazione di applicazioni/giochi 3D.

Blender è dotato di un robusto insieme di funzionalità paragonabili, per caratteristiche e complessità, ad altri noti programmi per la modellazione 3D come Softimage XSI, Cinema 4D, 3D Studio Max, LightWave 3D e Maya.

Blender: https://www.blender.org/

Bottles

Bottles su elementary OS

Questa é una delle mie migliori creazioni. Con Bottles é possibile gestire Wine in un nuovo ambiente: sicuro, rapido e performante.

Wine per chi non lo sapesse é un subsystem Windows per Linux, grazie ad esso é infatti possibile eseguire software Windows su Linux.

Bottles permette la creazione di molteplici “bottiglie”, piú comunemente chiamati wineprefix. In questi wineprefix é possibile eseguire uno o piú software Windows.

Siccome ogni software Windows richiedere specifici requisiti e configurazioni, ogni bottiglia ha una propria configurazione e spazio per i file, evitando cosí il rischio di danneggiare piú software contemporaneamente, in caso di danneggiamento di uno.

Erroneamente so che viene associato a PlayOnLinux (POL), un software che permette l’installazione di software Windows grazie a Wine e configurazioni pre-settate. La reale differenza sta nel fatto che Bottles offre sempre l’ultima versione di Wine offerta col sistema, evitando possibili gravi problemi di sicurezza e stabilitá del sistema.

Link: https://cassidyjames.github.io/appage/com.github.mirkobrombin.bottles/

Bottles é subito disponibile nel AppCenter di elementary OS.

Aesop

Aesop su elementary OS

Trovare il perfetto lettore PDF é sempre stato per me un problema. Ultimamente Aesop si é fatto strada con la sua semplicitá e completezza.

Link: https://cassidyjames.github.io/appage/com.github.lainsce.aesop/

Envelope

Envelope su elementary OS

Envelope é il remake di GNU Cash, il miglior budget manager che si possa trovare.

Con questo software potrai gestire:

  • entrate/uscite
  • portafogli
  • preventivi di spese
  • statistiche

Link: https://cassidyjames.github.io/appage/com.github.cjfloss.envelope/

Planner

Planner su elementary OS

Planner é decisamente il software definitivo per la gestione deti tuoi progetti, con la sua interfaccia minimale, racchiude tutte le funzionalitá di cui hai bisogno per la progettazione.

Principali funzionalitá:

  • Task list
  • Bug
  • Idee
  • Piano di lavoro

Link: https://cassidyjames.github.io/appage/com.github.alainm23.planner/

Inutile dire che questo non é che un minimo assaggio di quel che offre il parco software Open source e che, mentre scrivo questo articolo, sviluppatori da tutto il mondo ne stanno distribuendo di nuovi.

E voi quali software Open source usate maggiormente?

 – Mirko

elementary OS appshttps://cassidyjames.github.io/appage/
☕ #pausacaffè – Suite per ufficio Open Source. Le bionde o le more? | https://linuxhub.it/%E2%98%95-pausacaffe-suite-per-ufficio-open-source-le-bionde-o-le-more/


info Il contenuto di questo articolo é libero alla condivisione, a patto che venga citata la fonte (linuxhub.it)


chat Discuti questo articolo con
help Ubuntu Italia
/gentedilinux
elementaryosubuntu