linux/hub linux/hub
cerca

#howto - Installazione di Nextcloud con SSL via Caddy 2 su Centos/RHEL 8

Scritto da il
centos
fedora
nginx
nextcloud
php
rhel
bash
caddy

NextCloud è una piattaforma di Cloud Storage basata su ownCloud, che rispetto a questo si distingue per il gran numero di applicazioni ed integrazioni disponibili, oltre che per una community vasta.

In un'altra guida abbiamo visto come installare Nextcloud con Nginx. In questa guida vediamo come installarlo, invece, su un server Caddy.

Requisiti

  • Un database server dai seguenti: MySQL, MariaDB, Oracle Database, PostgreSQL, SQLite (in questa guida useremo MariaDB)
  • Un webserver Caddy 2
  • PHP 7.0+ (useremo la 7.4)
  • Almeno 512MB di RAM

Configurazione dominio

Il dominio è sostanzialmente "la base del link" da cui vogliamo raggiungere la nostra installazione.

Una volta scelto e acquistato il nostro dominio, procediamo con la configurazione dei DNS. Per una miglior fruibilità dei contenuti, la guida su come puntare un dominio ad un IP è disponibile qui.

Installare Caddy 2

Prima di tutto dobbiamo aggiungere la repository copr ufficiale di Caddy:

yum-config-manager --add-repo https://copr.fedorainfracloud.org/coprs/g/caddy/caddy/repo/epel-7/group_caddy-caddy-epel-7.repo

successivamente procediamo all'installazione del pacchetto via dnf:

dnf install caddy

Facciamo in modo che il servizio si avvii assieme al sistema:

systemctl enable caddy

ed eseguiamo il servizio:

systemctl start caddy

Installazione di php-fpm

Installeremo php-fpm, a cui inoltreremo tutte le chiamate php. Come prima cosa dobbiamo aggiungere le repository EPEL e Remi:

dnf install https://dl.fedoraproject.org/pub/epel/epel-release-latest-8.noarch.rpm
dnf install https://rpms.remirepo.net/enterprise/remi-release-8.rpm
dnf module enable php:remi-7.4

in questo modo abbiamo accesso a pacchetti più recenti rispetto quelli offerti nelle repository di sistema.

Proseguiamo con l'installazione di php, php-fpm ed alcune dipendenze di NextCloud:

dnf install php php-fpm php-common php-mbstring php-gd php-xml php-curl php-mcrypt php-zip

Configurazione php-fpm

Per poter usufruire di php-fpm dobbiamo modificarne la configurazione situata /etc/php-fpm.d/www.conf, nello specifico:

..
user = caddy
group = caddy
..
listen.owner = caddy
listen.group = caddy
listen.mode = 0660

in questo modo il processo verrà creato di proprietà dell'utente caddy (questo viene generato in automatico al momento dell'installazione di Caddy server).

Configurazione Caddy

Normalmente il Caddyfile principale (il file di configurazione iniziale di Caddy) è posizionato in /etc/caddy/Caddyfile. In questa guida modificheremo questo file, e nel caso voleste ospitare più domini sullo stesso server, vi rimando alla sezione Domini multipli di questa guida.

Modifichiamo il file /etc/caddy/Caddyfile inserendo al suo interno il seguente contenuto:

il_mio_dominio.ex {
        root * /etc/caddy/web/il_mio_dominio.ex/public
        php_fastcgi * unix//run/php-fpm/www.sock
        header {
                Strict-Transport-Security max-age=31536000;
        }
        redir /.well-known/carddav /remote.php/dav 301
        redir /.well-known/caldav /remote.php/dav 301
        @forbidden {
                path    /.htaccess
                path    /data/*
                path    /config/*
                path    /db_structure
                path    /.xml
                path    /README
                path    /3rdparty/*
                path    /lib/*
                path    /templates/*
                path    /occ
                path    /console.php
        }
        respond @forbidden 404
        encode gzip
        file_server
}

dove:

  • root è la locazione dove andremo a posizionare i file di NextCloud
  • php_fastcgi è la locazione del socket PHP a cui verranno passate le chiamate
  • redir sono istruzioni che creano un redirect, in questo caso di tipo 301, che serviranno all'utilizzo del protocollo dav
  • @forbidden sono un insieme di istruzioni che impediscono l'accesso diretto ad alcune risorse
    • respond @forbidden 404 è la risposta a queste istruzioni, ossia 404, pagina non trovata
  • encode gzip abilita la compressione gzip per le risorse statiche
  • file_server abilita la distribuzione dei file

Installazione MariaDB

La versione presente nelle repository di sistema è stabile ma poco aggiornata, e per questioni di sicurezza e supporto alle nuove funzionalità, andremo ad installare la 10.5 tramite repository ufficiale.

Creiamo un nuovo file repo in /etc/yum.repos.d/MariaDB.repo ed al suo interno inseriamo il seguente contenuto:

[mariadb]
name = MariaDB
baseurl = http://yum.mariadb.org/10.5/centos8-amd64
gpgkey=https://yum.mariadb.org/RPM-GPG-KEY-MariaDB
gpgcheck=1

Procediamo all'installazione disabilitando (per l'operazione) la repository AppStream per evitare conflitti:

dnf install MariaDB-server MariaDB-client --disablerepo=AppStream

infine abilitiamo il servizio all'avvio del sistema ed eseguiamolo:

systemctl enable mariadb
systemctl start mariadb

Avviamo la procedura di configurazione guidata con:

mysql_secure_installation

Consiglio di disabilitare il login remoto, eliminare gli utenti anonimi ed i database di test. Ricordiamo di salvare le credenziali di root una volta impostate.

Creazione database

Ora che web server e database server sono pronti, procediamo con la creazione di un utente ed un database da dedicare a NextCloud.

Facciamo accesso alla console MySQL digitando quindi:

mysql -u root -p

dove la password è quella che abbiamo scelto in fase di configurazione di MariaDB.

Creiamo un nuovo database, ad esempio:

CREATE DATABASE il_mio_dominio;

Creiamo il nuovo utente:

CREATE USER utente IDENTIFIED BY 'la_mia_password';

dove:

  • utente è il nome utente che vogliamo dare
  • la_mia_password la password dedicata a questo utente

e infine impostiamo all'utente i permessi di accesso al database:

GRANT ALL PRIVILEGES ON il_mio_dominio.* TO utente;
FLUSH PRIVILEGES;

usciamo dalla console digitando quit.

Installazione di NextCloud

Infine passiamo all'installazione del software. Creiamo un nuovo percorso /etc/caddy/web/il_mio_dominio.ex/public:

mkdir -p /etc/caddy/web/il_mio_dominio.ex/public

ed impostiamo i permessi al gruppo www-data. Portiamoci all'interno del nuovo percorso e scarichiamo l'installer ufficiale:

curl -o setup-nextcloud.php https://download.nextcloud.com/server/installer/setup-nextcloud.php

impostiamo a questo i permessi all'utente caddy:

chown caddy setup-nextcloud.php

Riavviamo il web server in modo da applicare le impostazioni apportate inizialmente al Caddyfile:

systemctl restart caddy

Dopo alcuni minuti il dominio scelto sarà disponibile sotto SSL. Navighiamo verso il file setup-nextcloud.php e seguiamo le istruzioni a schermo per completare l'installazione di NextCloud, ricordando di selezionare MySQL come database al posto di SQLite, inserendo quindi i dati del database precedentemente creato.

Per dubbi e chiarimenti, utilizzate il nostro gruppo Telegram.

Leggi anche

Caricamento..