chrome_reader_mode

Metti in mostra la tua personalizzazione Linux help_outline Maggiori informazioni

linux/hub è molto più di quel che vedi! info_outline Leggi le intenzioni

🔧 #howto - Come fare un dual boot su Arch Linux

Scritto da Talebian il Ven, 08/09/2019 - 21:14
Ven, 08/09/2019 - 21:14
#howto
In questa pagina
  • Caricamento..

Arch Linux è una distribuzione molto amata dalla comunità, per via di una community attiva e una wiki completa, ma non per questo è esente da problemi di sorta o complicazioni nell'uso.

Una nelle spine nel fianco di Arch Linux è l'installazione, a non tutti gli utenti può piacere, ma la maggior parte si ritroverà compatta su una cosa: "Ma quanto è problematico fare un buon Dual Boot con Arch Linux!".

Dato che l'installazione di Arch viene fatta da terminale, i tools per il partizionamento del disco sono molto più complessi da usare per un utente normale e bisogna fare attenzione a non fare passaggi sbagliati(cosa non scontata), ma soprattutto non c'è nessun riferimento su quale siano le partizioni da formattare e quali siano quelle del sistema da mantenere per il Dual Boot.

Io per il partizionamento procedo in un altro modo rispetto al partizionamento da terminale.

Configurazione delle partizioni

Se siamo su Windows, prima cosa procurarsi una live di GParted, così da avere uno strumento grafico per vedere e gestire le partizioni su linux, se invece siete su una distribuzione linux potete usare lo strumento di partizionamento che più vi aggrada. Dopo aver preparato la chiavetta riavviare il PC e entrare nella live.

Ora partizioniamo il disco con la GUI di GParted, così da fare il tutto in modo più semplice che con il terminale e così da non rischiare di eliminare partizioni sbagliate, a questo punto prendiamo lo strumento per le note che più ci aggrada e ci appuntiamo quali sono esattamente le partizioni dove vogliamo installare il nostro Arch(Es. /dev/sdx1 /, /dev/sdx2 /home). Ora riavviamo con una USB con Arch e procediamo a formattare le partizioni giuste e ovviamente, a montarle.

Alla fine dovremmo avere una struttura del tipo:

Disco ->
|-Partizione del secondo OS
|-ESP del secondo OS
|-Partizioni di Arch
|-ESP di Arch

Creazione del Dual Boot

A questo punto durante l'installazione quando installiamo grub installiamo anche os-prober e, finita l'installazione ed entrati in Arch Linux, entrando in un terminale possiamo creare il nuovo file config di grub:

sudo grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg

Generating grub configuration file ...
Found linux image: /boot/vmlinuz-linux
Found initrd image: /boot/intel-ucode.img /boot/initramfs-linux.img
Found fallback initrd image(s) in /boot: initramfs-linux-fallback.img
Found Windows Boot Manager on /dev/[email protected]/efi/Microsoft/Boot/bootmgfw.efi
done

Così grub avrà aggiunto anche il secondo OS tra le boot entry e potremo usare il nostro Dual Boot con Arch.

 

Per dubbi e chiarimenti, utilizzate il nostro gruppo Telegram.

Etichette
remove_red_eye

Quale Desktop Environment?

Risultati

KDE
46% (70 voti)
XFCE
20% (30 voti)
GNOME
19% (29 voti)
Mate
5% (8 voti)
Cinnamon
10% (16 voti)
Total votes: 153