☕ #pausacaffè – Perchè scelgo ElementaryOS?

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Quante distribuzioni ho provato, solo i miei PC lo sanno.. ora vi spiego perchè scelgo ElementaryOS come distribuzione finale, quella che soddisfa a pieno le mie esigenze.

La mia è stata una scelta decisamente difficile in quanto utente Linux da sempre, non ho mai avuto reale necessità di una macchina con Windows o similari, anzi semmai il contrario quindi diciamo che il cerchio non si è mai ristretto come potrebbe invece per un utente Out of LInux, che vede il pinguino per la prima volta e comincia a scartare il 99,99% delle distribuzioni solo dalla copertina.

Creare una scaletta delle distribuzioni che ho provato sarebbe impossibile, oserei dire di averle provate quasi tutte anche se improbabile in quanto oggi su Distrowatch, registrate come attive sono ben 294, ma una Top 10 delle mie preferite o meglio, di quelle con cui mi sono trovato meglio, si può fare:

  1. ElementaryOS
  2. ChromeOS (A seguito di nuovi aggiornamenti che introducono il Play Store, Chrome OS diventa la mia seconda scelta)
  3. Fedora (GNOME)
  4. Deepin
  5. Arch Linux (Openbox)
  6. Debian (XFCE)
  7. KDE Neon
  8. OpenSuse
  9. Xubuntu
  10. Mageia
  11. Solus
  12. L’11° posto è per Ubuntu, da tempo una delle mie prime scelte, esclusa dal comportamento scorretto di Canonical che non ha saputo ascoltare la Community alla proposta dei progetti Mir/Ubuntu Touch/Ubuntu for Android/Unity 7-8 e un progetto fondato sulla filosofia dell’Open Source che a sua volta non ascolta la propria Community..

Prima di scendere nei dettagli del Perchè ho scelto ElementaryOS come distro finale, c’è da puntualizzare qualche dettaglio.

Non sono un Apple fanboy – Non è facile relazionarsi con chi non ha voglia di ascoltare, per questo comincio questo punto con quella frase “Non sono un Apple fanboy”. Ho sempre rispettato i principi di Apple in quanto design ed innovazione (non fraintendete, si parla di innovazione dal punto di vista organizzativo dell’interfaccia di MacOS, tutt’al più non scenderò nei dettagli come “non è loro, è rubata” o chi sa che altro). OSX, ora MacOS, è sempre stato intuitivo, e completo parlando di interfaccia per l’utente medio, che lo si voglia ammettere o meno, non si tratta di “Mi piace” o “Non mi piace”, MacOS è semplicità d’uso e comodità, anche se pecca di tanti altri aspetti.

Quando si parla di ElementaryOS o Deepin in particolar modo, fanboy o meno sono d’accordo su un punto in particolare “stanno copiando MacOS”, è vero, lo stesso Daniel Foré ammette di averne tratto ispirazione. Questo non deve essere un punto a sfavore, un pretesto per poter dire “Hanno la necessità di copiare perchè non hanno inventiva”, si tratta di furbizia e idee che viaggiano nella stessa corsia.

It’s no secret that macOS has been a champion of design on the desktop for nearly 15 years now. Steve Jobs is quoted as saying, “We made the buttons on the screen look so good you’ll want to lick them”. So we can see where people are coming from. We’re also very careful and put a lot of effort into having great design in elementary OS. But you might be surprised to know that we have less in common with OS X than others would have you believe.
_Daniel Foré

Non gioco in modo intensivo – Un po per lavoro, un po per altro, non ho tempo per giocare a giochi complicati ed impegnativi di competizione, mi limito ad emulare vecchi giochi Nintendo e MSDOS, quindi posso giudicare solo in parte questo aspetto di ElementaryOS.

Arriviamo al dunque, perchè ElementaryOS?

Nonostante le tante parole, sarò molto veloce sulla spiegazione: “Ha tutto ciò che mi serve, appagante da vedere, offre moltissime applicazioni native in continua crescita e rispetta a piena regola i principi di Out of the Box di cui ho parlato in questo post“. No, non voglio cavarmela con una frase di questo tipo, entriamo nel dettaglio.

Indie developers – ElementaryOS introduce un nuovo concetto di sviluppo nel proprio AppCenter, si tratta della filosofia Pay what you want. Questo meccanismo permette un introito agli sviluppatori che creano applicazioni native per ElementaryOS, il quanto è deciso dall’utente in base alla sua disponibilità, senza nessun obbligo. Questo sistema ha aiutato molti nuovi sviluppatori a scegliere ElementaryOS come piattaforma di sviluppo e distribuzione, ampliando nettamente il numero di applicazioni native di alta qualità per ElementaryOS.

Strumenti di sviluppo pensati – A differenza di altre distribuzioni che utilizzano un desktop comune come GNOME/KDE/XFCE/Mate ecc.. ElementaryOS ha pensato e creato il proprio Desktop Pantheon su solide idee e strutture, creando un pacchetto completo di librerie, schemi e layout che mette a disposizione degli sviluppatori per creare applicazioni il più vicino possibile ai principi del sistema stesso. È così che ElementaryOS “forza” gli sviluppatori a seguire delle regole di design che aiutano l’utente a trovare la stessa comodità su qualsiasi applicazione, imparando a conoscere gli elementi del sistema.

Stabile e reattivo – Nel corso degli anni il team di ElementaryOS ha lavorato al proprio parco software oltre che alla distribuzione in se, risolvendo moltissimi bug, riscrivendo quando necessario ma soprattutto, ascoltando la propria Community. Il sistema è diventato stabile e reattivo (per mia esperienza), Loki gira su hardware di bassa qualità senza intoppi e vola su hardware più serio, tiene i driver proprietari offerti aggiornati e ne permette l’installazione in via del tutto noob-ready.

Out of the box ma libero all’utente – Se avete letto il mio articolo sulle distribuzioni Linux Out of the box, avrete capito la mia necessità di trovare un ambiente pronto all’uso senza alcuna modifica necessaria, ElementaryOS offre questo ma lascia comunque libero arbitrio all’utente di applicare ciò che vuole quando vuole. Di stock il sistema viene distribuito con poche ma valide applicazioni di uso comune per: Posta, Musica, Video, Foto, Web, Files, Camera e Note, facilmente sostituibili dall’AppCenter.

Insomma, è un sistema facile e compatto alla portata di tutti che mira a differenziarsi dalle altre distribuzioni, offrendo agli sviluppatori gli strumenti per farlo.

Ma come la mettiamo con ciò che non è ancora disponibile nelle applicazioni native?
ElementaryOS sfrutta comunque le librerie GTK, la maggior parte delle applicazioni pure, grazie ad un tema otimizzato, queste applicazioni possono passare per native, eliminando quel contrasto tra nativa e non.

Questa è la mia ☕ #pausacaffè. ogni parola viene da esperienza e opinione personale, siete liberi di dire la vostra.

Il mio Desktophttps://linuxhub.it/2017/08/26/il-mio-desktop-elementaryos/

Busting Major Myths Around elementary OS | https://medium.com/elementaryos/busting-major-myths-around-elementary-os-bd966402a9c2

Cosa sono le distribuzioni Out of the box? | https://linuxhub.it/2017/07/07/cosa-sono-le-distribuzioni-out-of-the-box/