🔧 #howto – Puntare un dominio ad un IP

In questo articolo

  1. Prendiamo l'indirizzo IP
  2. Le zone DNS

Capita spesso e volentieri di dover collegare un nome a dominio ad un indirizzo IP, rendendo facilmente agibile un server o una locazione online.

I nomi a dominio sono letteralmente maschere, ad esempio Google.it é la maschera dell’indirizzo IP 216.58.198.35 ed é un metodo semplice di accedere a Google.

Prendiamo l’indirizzo IP

Nel caso non fossimo a conoscenza dell’indirizzo IP della nostra macchina, possiamo reperirlo con un semplice comando:

curl ipinfo.io/ip

che ci restituirá l’indirizzo IP pubblico della macchina, nel nostro esempio sará 0.0.0.0.

Le zone DNS

Un dominio per funzionare, deve avere delle zone DNS. Colleghiamoci quindi al sito web del nostro registrar (dove abbiamo comprato il nome a dominio) e rechiamoci nella gestione dei DNS.

In questa schermata, di norma, é possibile gestire le zone DNS di un dominio. Ci sono diverse tipologie di record DNS (A, CNAME, MX, ..) ogni uno per uno scopo specifico. Nel nostro caso il dominio verrá utilizzato per accedere ad un server web, avremo quindi bisogno di due soli record (A, CNAME).

Creiamo il primo record, di tipo A con nome @ e valore 0.0.0.0 (ossia l’indirizzo ip pubblico della vostra macchina). Questo record permetterá l’indirizzamento del traffico dalla maschera all’indirizzo IP.

Creiamo ora il secondo record, questa volta di tipo CNAME con nome www e valore dominio.ex (ossia il vostro dominio, ad esempio linuxhub.it). Questo record é un semplice alias, una maschera che reindirizza il traffico alla maschera principale (@) che, a sua volta, renderizza il traffico all’indirizzo IP.

Good *nix
 – Mirko


info Il contenuto di questo articolo é libero alla condivisione, a patto che venga citata la fonte (linuxhub.it)


chat Discuti questo articolo con
help /gentedilinux